Come fare e rinnovare il passaporto

Il passaporto è un documento d’identità che può esserci utile in diversi momenti ma che è assolutamente indispensabile per chi vuole viaggiare fuori dall’Unione Europea; mentre per volare all’interno dei paesi UE può bastare anche la carta d’identità, anche se il passaporto elettronico può accorciare le file in alcuni aeroporti e averlo con noi potrebbe farci risparmiare molto tempo.

Quando pianificate il vostro viaggio all’estero informatevi per tempo sui documenti indispensabili per poter entrare, in alcuni casi oltre a questo documento sarà necessario avere un visto o un’assicurazione sanitaria.

Il passaporto è un libretto di 48 pagine, contenente i dati anagrafici principali e sul quale vengono annotati i vostri spostamenti all’estero, è presente anche un microchip.

Dal 2010 è entrato in vigore il passaporto elettronico ed è l’unico che viene rilasciato, anche questo è formato da 48 pagine ma la copertina contiene un microchip in cui sono memorizzati i dati anagrafici, la foto, le impronte digitali e la firma digitale del titolari. In questo modo l’identificazione negli aeroporti e ai controlli, in generale, è velocizzata, basterà passare la pagina di copertina sotto un lettore ottico.

Questo tipo di documento può essere richiesto da ogni cittadino italiano maggiorenne e ha una validità di 10 anni, per i minorenni le procedure e la validità sono diverse.

Come fare il passaporto elettronico

I documenti per il passaporto

Prima di procedere alla richiesta del passaporto è bene controllare e raccogliere i documenti indispensabili per la pratica:

  • Carta di identità in originale e in fotocopia
  • 2 foto formato tessera, devono essere recenti, su sfondo bianco e identiche
  • La stampa del modulo della richiesta passaporto (per maggiorenni o minorenni);
  • La ricevuta di pagamento di 42,50 €, si dovrà pagare solo attraverso bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: “Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro”, con causale “importo per il rilascio del passaporto elettronico
  • Una marca da bollo da 73,50 euro

Ora che siete sicuri di avere tutta la documentazione possiamo passare alla richiesta vera e propria. Si tratta di una procedura semplice ma dai tempi abbastanza lunghi, quindi è il caso di occuparsene per tempo rispetto alla data prevista della partenza, la consegna può avvenire in circa 15-20 giorni (qualche fortunato lo ottiene anche in una settimana).

Innanzitutto il passaporto italiano viene rilasciato:

  • Dalla Questura
  • Dall’ufficio passaporti del Commissariato di Pubblica Sicurezza della vostra città di residenza.

La pratica va fatta di persona, consegnando i documenti sopra elencati, per rilevare le vostre impronte digitali e la firma.

Si può chiedere il passaporto fuori dalla città di residenza?

Per chi è impossibilitato a rientrare nella propria località di residenza è possibile fare richiesta di passaporto anche nel luogo di domicilio / dimora. Tenete, però, presente che i tempi di consegna saranno più lunghi.

Dovrete giustificare il motivo per cui non fate richiesta alla vostra Questura di residenza. il rilascio del documento è comunque subordinato al nulla osta al rilascio che viene emesso solo dalla Questura di residenza.

Come fare il passaporto online

Volendo si può avviare la richiesta per il passaporto anche online, questo non vuol dire che potrete ottenere tutto rimanendo sulla poltrona di casa, ma vi servirà per evitare code agli sportelli.

Basta usare il servizio online creato dalla Polizia di Stato: “Agenda Passaporto“, un sito web dove, previa una veloce registrazione, si può fissare l’appuntamento per la consegna della propria documentazione.

Questo passaggio non è obbligatorio, ma è ovviamente caldamente consigliato perché renderà più veloce la procedura in Questura. Sarà necessario solo controllare la correttezza dei vostri documenti, raccogliere le impronte digitali e la firma. Tutto senza file.

Come ritirare il passaporto

Una volta consegnati i vostri documenti e avviata la procedura vi verrà comunicato il giorno di consegna del passaporto. In quella data potrete passare in Questura (o Commissariato) per ritirarlo.

Potrete anche delegare un’altra persona per il ritiro, questa dovrà essere maggiorenne, essere in possesso di una delega legalizzata da un notaio o da un ufficiale dell’anagrafe.

Ricevere il passaporto a casa

Se non potete ritirare il passaporto di persona, e non volete spendere soldi per la delega legalizzata dal notaio, potete richiedere la consegna a domicilio del passaporto usando il servizio a pagamento di Poste Italiane, questa scelta va comunicata direttamente in Questura, qui vi verrà consegnata una busta di Poste Italiane da compilare con il vostro indirizzo e avrete una ricevuta con il riferimento per il tracciamento del plico.

Come fare il passaporto per minorenni

Iniziamo con il ricordare che secondo la nuova normativa non è più possibile iscrivere i figli sul passaporto dei genitori, come avveniva in passato (ma se sul vostro passaporto sono iscritti i vostri figli questo resta valido fino alla sua naturale data di scadenza). I minori possono viaggiare all’estero solo se in possesso di documento d’identità individuale.

La procedura da seguire per richiedere il passaporto per i minorenni ha molte similitudini con quella dei maggiorenni; in questo caso ovviamente la pratica verrà avviata dal genitore per conto del ragazzo (o bambino).

Sarà uno dei genitori a fare la richiesta di appuntamento (anche in questo caso, l’appuntamento online non è obbligatorio, ma caldamente consigliato), per il resto della pratica, invece, verrà fatto riferimento al nome del minore.

I documenti da presentare sono gli stessi richiesti ai maggiorenni, ma:

  • il modulo da compilare è quello specifico per i minorenni e deve essere firmato da entrambi i genitori;
  • servirà l’assenso dei genitori, da firmare in presenza di pubblico ufficiale presso l’ufficio in cui si fa la richiesta di passaporto. Nel caso in cui uno dei due genitori non possa essere fisicamente presente si dovrà portare la fotocopia del suo documento, firmato in originale con una dichiarazione scritta di assenso all’espatrio, anche questa firmata in originale. In mancanza dell’assenso si deve essere in possesso del nulla osta del Giudice tutelare.

Il minore dovrà essere fisicamente presente per il riconoscimento della fotografia, il costo del passaporto elettronico per minori è lo stesso di quello per i maggiorenni, cioè 116,00 euro.

Al fine di garantire una corretta identificazione del minore e una fotografia aggiornata la scadenza del passaporto per minori è di:

  • 3 anni per bambini da 0 a 3 anni;
  • 5 anni per minori dai 3 ai 18 anni.

Come fare per rinnovare il passaporto

Passati 10 anni (o meno nel caso dei minorenni) dal rilascio del passaporto dovrete procedere con il suo rinnovo. In realtà non si tratta di un “rinnovo” ma del rilascio di un nuovo passaporto, perché la nuova normativa non prevede il rinnovo. Al momento del rilascio del nuovo passaporto vi potrebbe essere richiesto di consegnare quello scaduto.

Quindi le procedure da seguire sono le stesse della richiesta di un primo passaporto.

Come fare il passaporto al cane

Le leggi dell’Unione europea stabiliscono che cani, gatti e furetti che viaggiano nei paesi dell’Unione devono avere un passaporto.

Per farlo dovrete andare agli uffici dei servizi veterinari della vostra ASL di riferimento. Portate con voi il certificato rilasciato dal vostro veterinario di fiducia al momento dell’ inserimento del microchip e il libretto di vaccinazioni dell’animale.

Nel documento ufficiale che vi verrà rilasciato verranno riportate tutte le vaccinazioni eseguite, il numero di microchip e il suo reale stato di salute.